Skip to content
14 giugno 2012 / bommaraya

Intervista – Le etichette: TANNEN RECORDS

domande di Francesco Bommartini

risposte di Riccardo Orlandi


1 – Come, quando e perché nasce la Tannen? Da chi è composta?

La Tannen Records nasce nel 2010, a Verona. È un’impresa individuale a nome mio (Riccardo Orlandi) ma, di fatto, l’idea necessita fin da subito dell’abilità grafica e web di Stefano Buro (www.rubbishbelt.com) e della conoscenza in ambito legale di Andrea Gastaldello (anche membro del roaster della label sotto le vesti di Mingle). Nasce per l’esigenza di catalogare e dare forma estetica al caos musicale. Osservando gli sviluppi della Tannen Records posso affermare che in soli 2 anni è diventata un’esperienza dai diversi volti:

produzione di proprio artisti, in formato o CD e digitale (ovviamente il costo di produzione è direttamente proporzionale alla facilità d’ascolto… brutto da dire eh?). Questo assetto prevede la collaborazione di tutta la squadra sopracitata.

produzione di artisti di altre etichette in formato vinile (soprattutto attraverso una felice collaborazione con La Tempesta Dischi). In questo caso la Tannen Records divento io, che gestisco la messa in produzione, il contatto con la band, il grafico di turno ecc… e Simone Rossi di Audioglobe (nostro distributore nazionale), fido alleato sul progetto di rispolverazione del vinile in Italia.

2 – Quali sono gli artisti che incidono per voi? Puoi farci una breve descrizione di ognuno?

Abbiamo molti artisti, per comodità ti introduco a quelli più uniti alla “famiglia”…

Cabeki, produttore e musicista sopraffino. Ad ottobre esce il nuovo disco (stiamo giusto finendo le grafiche) e in questi giorni sta girando in streaming una sua collaborazione con Mingle. Il suo primo disco ha esurito 500 copie nel giro di una manciata di settimane. Suona da solo, intrecciando loop, arpeggi e suoni giocattolo… dal vivo ipnotizza.

Mingle, mio caro amico, abilissimo nella composizione di musica ambient. Ispirato al miglior Kangding Ray e alle uscite della prestigiosa Raster Noton ha sfornato due dischi entusiasmanti (in digitale, mi piange il cuore… questi sono dischi che in Inghilterra avrebbero una degna consacrazione su vinile…).

La famiglia si allarga con De Curtis ed Home ma le ultime righe le spendo a favore dei Soviet Soviet, band post punk di Pesaro entrata da 1 anno nel roaster della Tannen. Sono i nostri ambasciatori nelle terre del’est dove sono considerati dei mezzi idoli.

3 – So che avete una bella peculiarità: stampate vinili. E lo fate anche per realtà della scena rock italica…

Si l’idea iniziale della Tannen Records era quella di stampare SOLO vinili. Purtroppo dopo poche uscite abbiamo dovuto fare i conti con le abitudini musicali della penisola. Vengo da meravigliose realtà punk a cui devo tutto (ho suonato per anni nei The Rituals e negli Hell Demonio). Grazie a queste esperienze ho imparato ad amare il vinile e l’idea di poter promuovere e stampare la propria musica senza bisogno di troppi ostacoli…Con l’uscita di Black Rainbow degli Aucan sono entrato in contatto con La Tempesta Dischi. Ho incontrato Enrico Molteni a Milano a gennaio del 2011 e abbiamo iniziato a riversare su vinile buona parte del loro catalogo. Il tutto grazie al supporto del nostro distributore: Audioglobe (senza il suo aiuto non avrei fatto neanche 1/10 di tutto questo percorso). Il nome dell’etichetta ha iniziato a girare e ci siamo trovati ad avere collaborazioni con i migliori gruppi del panorama indipendente italiano. Il 13 gennaio è uscito il 13° vinile e il 22 maggio è uscito il 24°: 11 vinili in 4 mesi mi sembra un buon traguardo. Ora sono in pausa estiva, che poi pausa non è in quanto stiamo lavorando a 4 dischi in uscita questo autunno e per fare le cose al massimo bisogna sempre lavorare con diversi mesi in anticipo…

4 – Cosa ne pensi di internet e dei download? I pregi sopravanzano i difetti o no?

Sono completamente favorevole ad internet e al download, certo con le dovute osservazioni. Non amo la frenesia che ha apportato internet al mercato discografico. È andato perso l’interesse per la totalità del disco, il significato della tracklist, del packaging, del suono… chiaro in cambio di una super comodità dell’ascolto e reperibilità del prodotto musicale. Utilizzo molto tutti i formati, ma alla fine compro solo vinili. Sfrutto in prima persona le possibilità che ha aperto il digitale… solo non deve mai essere sinonimo di frenesia, altrimenti perde il suo potere. Alcuni nostri vinili dentro hanno una card con un codice che permette di scaricarsi il disco in mp3 a qualità alta (la card poi è composta di semini e una volta utilizzata la si può piantare e aspettare che cresca qualcosa… non sono mai riuscito a capire cosa però).

5 – Come vedi il futuro della musica, veronese e non, e che strategie pensi di porre in essere?

Inizio a pensare che il futuro della musica sia sempre più locale…Qualsiasi disco ormai finisce sui giornali e sulle webzine, e pochissimi leggono veramente le recensioni. Trovo giusto che un disco abbia la giusta consacrazione anche meditica e promozionale ma non ho troppa fiducia sugli effettivi risultati. Si sta creando sempre più caos tra le uscite… il ruolo dell’etichetta sta diventando più che mai quello di far luce, cercare di dar ordine tra le mille proposte. Mi piace pensare che al giorno d’oggi un’etichetta abbia un senso estremamente più comunicativo che prettamente discografico.

6 – Cinque gruppi sottovalutati, che non fanno parte della Tannen…

Putiferio, X-Mary e buona parte del catalogo della Wallace Records

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: