Skip to content
16 aprile 2012 / bommaraya

Germanotta Youth – “The final solution”

di Marta Poli


A due anni di distanza da “The Harvesting of Soul” il trio romano formato da Massimo Pupillo (basso), Andrea Basili (batteria) e Fabio “Reeks” Recchia (synth)  torna con “The Final Solution”, un sette pollici (lavoro corale di quattro diverse etichette) che condensa in ritmiche serrate tutto il suo barocco infernale. Quattro brani in un frullatore del suono.

In “Theriantropon” una batteria apocalittica si alterna a synth alienanti. Con “Demons in The Limbic Brain” tra velocità sismiche ed uso perenne del doppio pedale, a un certo punto sembra quasi di sentire un flauto (ma forse è stata un’allucinazione). “The Succubs” accompagna direttamente gli ancora dubbiosi in una camera da reparto psichiatrico con un basso da elettroshock (e qui gli Zu dominano). Infine l’orgasmica “Goodnight Mankind” che con il suo prog sincopato garantisce l’embolo.

Tastiere gotiche, apoteosi dell’industrial e growl imperterrito. Lady Gaga si nasconderebbe sotto a una parrucca.

Voto :8/10

Genere: post-industrial/grindcore

Produzione:  Wallace, Sangue dischi, Offset Records

Anno: 2012

Sito web: http://www.myspace.com/germanottayouth

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: