Skip to content
30 aprile 2012 / bommaraya

The Help

 

di Barbara Ficca


Jackson, Missisipi, Aibileen Clark(Viola Davis), domestica afro-americana in servizio presso la famiglia Leefolt, si racconta a Skeeter (Emma Stone), giovane donna bianca amica di Elisabeth, inesperta madre di famiglia. Niente di strano in apparenza, ma non è così: siamo nel 1962 e nella piccola cittadina di Jackson il dialogo tra bianchi e neri non è consentito se non per ordine, ma Skeeter, tornata da New York dopo aver conseguito la laurea, fatica ad identificarsi negli usi della comunità di appartenenza. Le sue più care amiche sono sposate, con figli e completamente dedite alle esigenze familiari, lo status di donne bianche e benestanti le consente di assumere domestiche afro-americane vittime di episodi discriminatori giornalieri. Nei primi anni ’60 infatti l’odio razziale nei confronti dei neri d’America è giustificato dalle leggi federali.

Molti i richiami all’America razzista dei ’60 (dalle leggi sulla segregazione razziale dei neri negli Stati del Sud, al terrorismo del Ku Klux Klan, fino alla marcia pacifica del movimento per i diritti civili di Marthin Luther King), questa storia lascia però spazio ad altre protagoniste, le donne, quelle bianche, non ancora emancipate dalla dipendenza al lavoro domestico e quelle nere, schiave della diseguaglianza di genere e razziale. Il coraggio di Skeeter sarà quello di svelare le forze e le fragilità che le uniscono dando la parola. E’ così che il dramma si trasforma in commedia, e dalle voci delle cameriere del quartiere si dipingono divertenti immagini di vita familiare, che lasciano spazio a personaggi entusiasmanti, come la simpaticissima governante Minny (Octavia Spencer) e la mogliettina imperfetta Celia (una fenomenale Jessica Chastain), la quale, immune dagli atteggiamenti razzisti dei suoi concittadini ed allo stesso tempo desiderosa di calarsi nella parte della casalinga provetta, si avvicinerà a Minny, che le insegnerà non solo a cucinare ma a fare della diversità la propria sicurezza; ed ecco svelate le protagoniste reali del film, due facce di una stessa medaglia, anime libere che trainate dalla lungimiranza di Skeeter contageranno molte altre donne della voglia di far emergere la verità, traino del cambiamento (“Change begins with a wisper”, il titolo originale).

E’ così che il tema della segregazione razziale viene trattato in modo leggero ma non superficiale, e lo si può comprendere dalle parole di Minny, quando in Aibileen si inficia la paura della persecuzione per la pubblicazione del libro (“The help”): “Noi non parliamo di diritti civili, ma raccontiamo storie, questa è la garanzia della nostra sicurezza”, ed in concreto si tradurrà nello strumento funzionale al loro riscatto.

I numerosi riconoscimenti internazionali, non ultimo l’oscar come miglior attrice protagonista ad Octavia Spencer, ed il buono incasso Usa, dimostrano i positivi giudizi ricevuti da critica e pubblico, che purtroppo non sono bastati per dare la dovuta attenzione a questo film (come purtroppo spesso accade nella nostra città). A Verona è stato infatti proiettato per una grande catena di multisale solo per due giornate. Ma, fortunatamente, esistono i cineforum…

Voto: 8 / 10

Anno di produzione: 2011

Casa cinematografica: Walt Disney

Nazione: Usa, Emirati arabi uniti, India

Regia: Tate Taylor

Cast:  Emma Stone, Viola Davis, Bryce Dallas Howard, Octavia Spencere, Jessica Chastain

Cinema dove è stato visionato il film: Cinema Teatro San Massimo – Verona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: